Outdoor: ArteprimaWay Dialoghi e Cammini

RINASCITA E RINASCIMENTO: DALLA FORMA MENTIS ALLA FORMA URBIS

Abstract

Come la riscoperta dell'antico ha modificato lo spazio urbano: dalla cultura antiquariale al collezionismo archeologico, ai cantieri rinascimentali, alla grande committenza dei cicli decorativi ad affresco. Esploriamo la Roma degli umanisti, per comprendere come l'ideale classico sia diventato il codice visivo che ha dato forma alle città a misura d'uomo, progettate dagli artisti.

Argomenti
Arte, arte applicata, arte antica, propaganda, visioni, consapevolezze, storia, storici dell'arte, art thinking, creatività, edutainment outdoor
A chi è rivolto
amministratori, imprese, istituzioni, appassionati, architetti , urbanisti 

Docenti/Speaker

Maria Cristina Bastante

Maria Cristina Bastante

Storica dell'Arte
Read Bio

Descrizione

PROGRAMMA:

MONUMENTI ERETTI DAL POTERE  Percorriamo le sale, il cortile e le logge di Palazzo Altemps, residenza privata ma anche sede di una delle prime biblioteche a Roma, che conserva il nucleo centrale e originale della raccolta archeologica del cardinale Marco Sittico Altemps, per comprendere il ruolo centrale di collezionismo e cultura antiquaria nella renovatio urbis; visitiamo Castel Sant'Angelo - da mausoleo a fortezza - come esempio di stratificazione storica, con i suoi innesti tra l'architettura originale tardo antica e gli interventi realizzati a partire dalla metà del Quattrocento, che rappresenta effettivamente il punto di unione e raccordo tra il mondo classico e la rinascita della città. 


ARTE POLITICA SGUARDO I grandi cicli decorativi ad affresco come esposizione di un programma politico e culturale: visitiamo le Stanze di Raffaello in Vaticano per comprendere come la dialettica del potere che mette in scena sé stesso fosse sottilmente intrecciata con gli ideali dell'Umanesimo di conoscenza universale e di centralità dell'intelligenza come forza creatrice e ordinatrice.

 

×
Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e suggerirti contenuti in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.